Tipologia gestionale

La scuola dell'infanzia San Carlo e Terzaghi è una Fondazione senza scopo di lucro, gestita da un Consiglio di Amministrazione composto, come definito dallo statuto, dal parroco della parrocchia San Lorenzo (presidente di diritto), il parroco della parrocchia SS. Martiri Nazaro e Celso, il rettore del Collegio Rotondi, due membri della comunità parrocchiale di Gorla Minore, due membri della comunità parrocchiale di Prospiano, un membro nominato dall'Amministrazione Comunale.

Al CdA spetta la gestione ordinaria e straordinaria in relazione alle funzioni attribuite dalla normativa vigente e dallo statuto.

I membri del CdA sono tutti volontari non retribuiti.

Adempimento decreto sostegni bis

La Legge 23 luglio 2021, n. 106 recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, recante misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali”, prevede un «Fondo per l’emergenza epidemiologica da COVID-19 per l’anno scolastico 2021/2022» di 60 mln di euro da destinare alle scuole paritarie di ogni ordine e grado per spese relative all’acquisto di beni e servizi, e che verrà ripartito con decreto del Ministro dell’istruzione di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze tra le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie paritarie in proporzione al numero degli alunni iscritti.

Nel file in allegato sono raccolte le informazioni richieste nell’ ex art. 58 comma 5 Dl 73/2021 convertito in L. 106 del 23.7.2021 pubblicata in GU 176 del 24 luglio 2021.


I contributi

La Fondazione ha stipulato una convenzione con l’Amministrazione Comunale che permette di far fronte ai costi di gestione che non sono coperti dalle rette mensili versate dalle famiglie.

Altri contributi annuali provengono dal Ministero della Pubblica Istruzione, dalla Regione Lombardia, dalle donazioni del “Cinque per mille” della dichiarazione dei redditi.

 

Organi collegiali

 COLLEGIO DOCENTI

E' costituito da tutto il personale educativo della scuola. Definisce le linee generali per i percorsi formativi, le forme di valutazione e di documentazione in coerenza con il Progetto Educativo.

 

 

CONSIGLIO DI INTERSEZIONE

Nella consapevolezza che i primi e più importanti educatori dei figli sono i genitori, con i quali la scuola deve essere capace di intessere ottimi rapporti di dialogo e di collaborazione, nella nostra scuola sono attivi organi collegiali di partecipazione dei genitori che si realizzano con l’elezione ogni anno dei rappresentanti per ogni sezione, i quali entrano a far parte del Consiglio di Intersezione.