Proposte e appuntamenti per collaborare


Colloqui con le insegnanti

I colloqui con le insegnanti sono una preziosa occasione di conoscenza reciproca e soprattutto un momento di confronto rispetto al percorso di crescita di ogni bambino. Per questo vi proponiamo di individuare almeno un momento durante l'anno per incontrare l'insegnante di vostro figlio: dopotutto i bambini passano una parte molto rilevante della loro giornata a scuola!

Solitamente a questo appuntamento viene dedicata l'ultima settimana di ogni mese. Ogni insegnante vi farà sapere, qualche settimana prima, le giornate e gli orari in cui sarà disponibile.

 

Feste insieme

I momenti di festa favoriscono la condivisione e la partecipazione di adulti e bambini per far circolare esperienze, emozioni e sentimenti di fraternità e amicizia. Sono un’occasione per vivere la scuola in modo diverso, dove ognuno può sentirsi parte integrante di un gruppo, può dare il proprio contributo sentendosi accolto e valorizzato, può divertirsi!

 

Ricerca materiali

Le mani dei bambini meritano ricchezza: per questo vi chiederemo di portare a scuola i tesori che trovate nei giardini o nel parco (sassolini, foglie e fiori, rametti, bacche, pigne...), oppure oggetti della vita di tutti i giorni, o ancora oggetti e scarti di carta, cartone, ceramica, stoffa, cordame, plastica, cuoio, gomma, legno, metallo…

Tutto questo materiale diventerà possibilità di gioco e di sperimentazione della fantasia e della creatività. Sarà inoltre l’occasione per abituare i bambini al riuso dei tanti “rifiuti” che il nostro mondo industrializzato produce, trasformandoli in preziose risorse creative.

 

Condividere la cura degli ambienti

Infine, chiediamo la vostra collaborazione (ma anche quella di nonni, zii, amici...) per alcune attività, in modo da rendere sempre più bella e funzionale la nostra scuola e i momenti in cui possiamo “viverla” insieme: piccoli lavori di manutenzione, realizzazione di allestimenti per particolari esperienze, cura dell’orto nei momenti di chiusura della scuola o per alcuni compiti “un po’ difficili” per noi...