Progetto annuale 2020-2021

UNA SCUOLA... FUORI!


Prchè una scuola fuori? ALL'APERTO STIAMO BENE!

- Per promuovere la salute e il benessere: si rafforza il sistema immunitario, ci si rilassa e si abbassa il livello di stress e di conflittualità, si rigenera l’attenzione e la concentrazione, il movimento combatte l’obesità e rafforza l’apparato muscolo-scheletrico.

- Per arricchire le esperienze sensoriali, promuovere esplorazioni e apprendimenti diversificati, incoraggiare l’immaginazione e la creatività, in un’ottica di sviluppo globale e integrato. Azione, emozione e pensiero ritrovano una naturale connessione e l’esperienza viene sottratta alla frammentarietà.

- Per mettersi alla prova, acquisire consapevolezza del proprio corpo, delle potenzialità che esso può esprimere e dei limiti che esso propone. Per aumentare il proprio concetto di stima e di identità, rendendo il bambino sempre più autonomo dal punto di vista cognitivo, motorio ed affettivo.

- Per favorire la socializzazione e la cooperazione in modo spontaneo.

- Per sostenere la formazione di una coscienza ecologica, imparando a rispettare e curare verso la natura e gli altri.

In questo momento storico, uscire è certamente una risposta all’emergenza, ma è soprattutto una sfida da cogliere e un’opportunità in sintonia con il nostro fare scuola. Già da diversi anni utilizziamo i materiali naturali e informali come strumenti di gioco particolarmente facilitanti e arricchenti l’esplorazione individuale e di gruppo. Diamo valore ad un ritmo lento, in cui sia possibile combinare i tempi diversi di ognuno., e ad un approccio che tenga conto della complessità del reale e dia spazio alle diverse intelligenze.

Dallo scorso anno abbiamo anche aderito al progetto Green School, consapevoli del legame profondo che ci lega alla natura e agli altri, per impegnarsi in uno stile di vita sostenibile.

Sostenute dall’esperienza (nostra e di altre realtà) e dalla letteratura, abbiamo quindi avviato una riflessione su come i contesti all’aperto siano irrinunciabili opportunità educative.

Uscendo con regolarità, mettendosi in gioco in una relazione educativa aperta al possibile, osservando gli interessi spontanei dei bambini nel gioco e nella relazione con l'ambiente, è nato il desiderio di introdurre miglioramenti e modifiche. Fare SCUOLA FUORI infatti non è solo uscire, ma è cambiare modo di pensare e di agire, riconoscendo valore alle domande individuali, ai tempi distesi e ai rilanci progettuali.

Perché questa scelta sia veramente un’opportunità, ha bisogno di essere accompagnata e condivisa: durante l’anno ci saranno momenti di formazione e approfondimento, ma anche occasioni per collaborare alla graduale “trasformazione” del giardino.

Il "nostro" fuori... work in progress

CONTINUITÀ TRA DENTRO E FUORI

Lo spazio interno e quello esterno sono pensate per arricchirsi a vicenda.

Le idee che si generano stando a contatto con la natura, se portate all’interno, originano competenze e apprendimenti diversi. Al contrario si possono realizzare nel giardino attività che generalmente si svolgono in sezione oppure sviluppare fuori idee nate all’interno.

Dentro e fuori si gioca, si esplora, si discute, si apprende, con lo stesso valore e senza gerarchie.

 

IN GIARDINO OTTO SPAZI PER…

Abbiamo pensato un giardino che risponda alle esigenze di chi lo frequenta: che sia quindi ricco di stimoli, piacevole ed accogliente, che sappia sostenere e stimolare libere esplorazioni, sperimentazioni, movimenti e ricerche dei bambini.

Abbiamo iniziato creando aree che plasmino delle possibilità di apprendimento:

- zone di movimento: per garantire l’esercizio di abilità attraverso percorsi motori e sensoriali e per dedicarsi alla progettazione e alla costruzione di sempre nuovi giochi.

- zone di espressività: per garantire angoli dove sperimentare i diversi linguaggi e favorire il gioco simbolico.

- zone di esplorazione: dedicate all’osservazione della natura e alla scoperta.

- zone di manipolazione: per “pasticciare” con gli elementi che la natura ci offre, conoscerne le caratteristiche, sperimentare le trasformazioni.

Caratteristica di questi spazi è la flessibilità e la riprogettazione per garantire una costante risposta ai bisogni e agli interessi che emergono dai bambini.

 

OLTRE IL GIARDINO

Il fuori non è solo il giardino… c’è un mondo che ci aspetta! Con le giuste cautele e attenzioni, tutto il territorio, da quello più prossimo a quelli più distanti, sono luoghi educativi che è importante abitare per formare cittadini attivi. Se ci sarà la possibilità anche quest’anno proporremo qualche uscita in paese per lasciarci sorprendere da quello che la realtà ci dona.